VEDENTI E NON VEDENTI IN SCENA CON “ ‘ A NANNA PARTURIU”

Un vero successo

Grande successo di pubblico e consensi per la prima del Laboratorio Teatrale U.I.C.I. Vibo Valentia che, venerdì 12 luglio presso il Teatro dei Salesiani della città capoluogo, ha rappresentato la commedia brillante in due atti – scritta e diretta da Paolo Massaria – dal titolo “ ’A nanna parturiu”, testo dal forte messaggio sociale e messo in scena da un cast costituito da attori vedenti e non vedenti, quasi tutti alla loro prima esperienza ma mossi da grandi obiettivi di inclusione e condivisione.                   

Fare arte, infatti, non può e non dev’essere possibile solo per chi ha il dono della vista: la cultura, l’espressione nelle sue varie forme, la creatività, l’estetica, sono patrimonio di tutti e la valorizzazione delle capacità, dei sensi residui, diviene fondamentale strategia d’accesso al “bello che salva”, abbattendo limiti e facendo vincere la determinazione, per concretizzarsi in potenziamento delle capacità e, conseguentemente, dell’autostima. In una parola, il teatro diviene – per tutti – Libertà.  

“A NANNA PARTURIU”, ha trattato il delicatissimo argomento della fecondazione artificiale, delle “mamme – nonne”, evidenziando il ruolo della scienza che, nello specifico, si può trasformare in effimero riempitivo dei “vuoti dell’anima”, nell’assoluta confusione tra egoismo e amore.  

La straordinaria interpretazione di tutti gli attori, il vibrare delle musiche, l’inappuntabile azione degli addetti a trucchi e acconciature, all’audio e alle luci, e l’instancabile lavoro in sala dei giovani del servizio civile hanno reso la serata davvero indimenticabile: segno indelebile di operosità e voglia di esserci.

foto di scena

INCONTRI D'AUTORE 2019

Ecco la nota del 5 luglio 2019 di “Gazzetta del Sud” relativa alla settima edizione di “INCONTRI D’AUTORE”, la manifestazione targata U.I.C.I. che promuove “la cultura per tutti”.

Gazzetta del Sud di Venerdì 5 luglio 2019

La laminetta orfica a “Incontri d’autore”

Ai nastri di partenza “Un libro per tutti” che abbatte le barriere.

 

Si è svolta nella sala della Biblioteca comunale, la manifestazione culturale “Incontri d’autore”, promossa ed organizzata dall’Uici (Unione italiana ciechi e ipovedenti) sezione “Giovanni Barberio”, giunta alla sua settima edizione.

Ad essere premiato in questo settimo appuntamento annuale estivo dell’Uici è stato il libro del giornalista vibonese Maurizio Bonanno, “La Laminetta di Hipponion e la definitiva rivelazione dei rituali orfici”. A colloquiare con l’autore, ecco il presidente provinciale dell’Uici, Rocco Deluca, l’assessore alla Cultura, Daniela Rotino e l’archeologa, Mariangela Preta. Scoperta cinquant’anni fa, nel 1969, in una necropoli nei pressi del Comando provinciale dei carabinieri, la laminetta orfica è stata l’oggetto dello studio di Bonanno. “Per ritornare ad amare questa città- ha sottolineato quest’ultimo- occorre non solo scoprire il nostro immenso patrimonio artistico-culturale, ma conoscerlo. L’orfismo, dopo la scoperta della laminetta orfica integrale, è stato tutto un universo a noi più chiaro e l’orfismo rappresenta l’anticipazione del cristianesimo”. L’assessore Rotino ha, d’altra parte, posto in evidenza l’importante coincidenza temporale che caratterizza la presentazione dell’evento Uici, in relazione alla imminente ricorrenza dei cinquant’anni del Museo Archeologico”. Una Vibo, dunque, che vuole puntare forte sulla cultura, grazie anche al progetto messo in campo dall’amministrazione comunale in stretta sinergia con l’Uici. L’iniziativa è denominata “Un libro per tutti” ed a sottolinearne gli aspetti nevralgici è stato Francesco Barbalace, uno dei referenti del progetto: “L’obiettivo è superare la barriera visiva e, grazie a fondi europei e regionali che stiamo cercando di reperire, sarà possibile prevedere l’uso di strumenti informatici utilizzabili per i non vedenti”.

FOTO ARTICOLOil tavolo dei relatori

 

“Disabilità e Istruzione –, Realtà, Possibilità e Sviluppo nell’orizzonte Calabrese"

-COMUNICATO STAMPA -

Vibo Valentia, la Sezione Territoriale dell’UICI organizza un Convegno su disabilità e istruzione

Da Vibo Valentia
L’Aula Magna dell’Istituto Alberghiero di Stato di Vibo Valentia farà da proscenio, sabato prossimo, 22 giugno 2019, dalle ore 9.30, al simposio “Disabilità e Istruzione –, Realtà, Possibilità e Sviluppo nell’orizzonte Calabrese”, organizzato dalla Sezione Territoriale vibonese, intitolata all’indimenticato Giovanni Barberio, dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con il patrocinio della Presidenza Nazionale e del Consiglio Regionale calabrese dell’UICI, della Regione Calabria e della Provincia di Vibo Valentia. Introdotto e coordinato dalla dottoressa Annamaria Palummo, Consigliere Nazionale dell’UICI, il convegno vedrà la partecipazione del Presidente Nazionale UICI Mario Barbuto, di quello Regionale Pietro Testa e di Rocco Deluca, massimo dirigente della Sezione UICI di Vibo Valentia, i cui saluti saranno il prologo delle articolate relazioni che riempiranno di contenuti rilevanti e spunti, certamente interessanti, i lavori; contenuti e spunti a cui daranno voce Marco Condidorio, Coordinatore Nazionale della Commissione Istruzione dell’UICI, il quale parlerà degli “Sviluppi pedagogici e didattici nei percorsi d’istruzione, alla luce della normativa vigente e dei lavori condivisi tra MIUR e UICI”, Luciana Loprete, Coordinatrice Istruzione dell’UICI Calabria, che focalizzerà l’attenzione sulla “ Inclusione Scolastica: dati e risposte concrete”, Lavinia Garufi, Responsabile del Centro di Consulenza Tiflodidattica della Calabria, che traccerà un quadro sinottico dei “Percorsi di Inclusione: il C.C.T. e le esperienze sui territori”, e Linda Legname, Coordinatrice Nazionale dei Centri di Consulenza Tiflodidattica, la quale definirà un “Focus sull’inclusione scolastica in Italia, a partire dai centri di consulenza tiflodidattica”. Tematiche complesse, alla cui elaborazione, che animerà il dibattito conclusivo, daranno il contributo anche Sonia Tallarico, Dirigente Generale della Regione Calabria, in rappresentanza dell’Assessorato all’Istruzione e alle Attività Culturali, e Maria Rita Calvosa, Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale. Come afferma la coordinatrice Annamaria Palummo, “sarà un appuntamento da non perdere: per gli addetti ai lavori, un'occasione utile a capire lo stato dell'arte delle politiche inclusive nel mondo scuola; per i disabili visivi calabresi, un'occasione di crescita; per tutti un'opportunità di confronto. Vi aspettiamo!”
-Pierfrancesco Greco

Testo locandina :
Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione Territoriale “Giovanni Barberio” VIBO VALENTIA (Loghi Laterali di: Regione Calabria e Provincia Vibo Valentia), con il patrocinio della Presidenza Nazionale e del Consiglio Regionale U.I.C.I. della Calabria, PRESENTA:
 “DISABILITA’ VISIVA E ISTRUZIONE  Realtà, Possibilità e Sviluppo nell’orizzonte Calabrese”.
Introduce e Coordina:
Annamaria Palummo (Consigliere Nazionale U.I.C.I.);
 Saluti:
 Mario Barbuto (Presidente Nazionale U.I.C.I.) -  
Pietro Testa (Presidente U.I.C.I. Calabria) -  
Rocco Deluca (Presidente Sezione U.I.C.I. Vibo V.);
 Relazionano:
Marco Condidorio (Coordinatore Nazionale Commissione Istruzione U.I.C.I.)
“Sviluppi pedagogici e didattici nei percorsi d’istruzione, alla luce della normativa vigente e dei lavori condivisi tra M.I.U.R. e U.I.C.I.” –
 Luciana Loprete (Coordinatrice Istruzione U.I.C.I. Calabria) “Inclusione Scolastica: dati e risposte concrete” -  
Lavinia Garufi (Responsabile Centro di Consulenza Tiflodidattica della Calabria) “Percorsi di Inclusione: il C.C.T. e le esperienze sui territori” –
  Linda Legname (Coordinatrice Nazionale Centri di Consulenza Tiflodidattica) “Focus sull’Inclusione Scolastica in Italia, a partire dai Centri di Consulenza Tiflodidattica”;
 Intervengono:
Sonia Tallarico (Dirigente Gen. Regione Calabria – Assessorato Istruzione e Attività Culturali) –
 Maria Rita Calvosa (Direttore Ufficio Scolastico Regionale);
Dibattito Conclusivo.  
Sabato 22 Giugno 2019 ore 9,30 Aula Magna Istituto Alberghiero di Stato – Vibo Valentia
locandina

Luglio è...2019

Il mese di Giugno è stato sicuramente il più intenso di questo primo semestre 2019 e ci ha regalato momenti davvero speciali, che rimarranno nelle nostre menti e nei nostri cuori: il Giubileo “Sui passi di don Mottola”, il film per tutti con “Guarimba”, la fondazione della Federazione Artistica “V.I.T.A.” ed il convegno regionale su disabilità e istruzione, arricchito dalla partecipazione del nostro Presidente Nazionale, hanno segnato tappe importanti di crescita per la sezione e per l’intero territorio. Ora, caldi come non mai,

VI ANNUNCIAMO CHE LUGLIO E’…Cultura & Arte, Riabilitazione & Prevenzione

• Mercoledì 3 (ore 17 – Biblioteca Comunale Vibo V.

INCONTRI D’AUTORE

Presentazione del Libro

LA LAMINETTA DI HIPPONION E LA DEFINITIVA RIVELAZIONE DEI RITUALI ORFICI” di Maurizio Bonanno

Testo disponibile in versione braille ed in altri formati accessibili

• Da Sabato 6 a Sabato 13

Campo Estivo I.Ri.Fo.R.

ABILITATIVO E RIABILITATIVO

(Zambrone e Sellia Marina)

• Venerdì 12 (Teatro dei Salesiani – Vibo V. Ore 20.30)

‘ A NANNA PARTURIU

Commedia Brillante in due atti

A cura del Laboratorio Teatrale U.I.C.I. Vibo Valentia

• Sabato 20 (Ristorante Marjan – Pannaconi Ore 21)

Spettacolo Conclusivo di Sensibilizzazione

LA PREVENZIONE NON VA IN VACANZA

Campagna Nazionale Iapb Italia Onlus

locandina

 

Ottima riuscita della proiezione del film “I, Daniele Blake”

U.I.C.I. E GUARIMBA INSIEME PER GARANTIRE “IL CINEMA PER TUTTI”

Le toccanti storie di Daniel Blake e di Kate, ragazza sola e in cerca d’occupazione - con due figli a cui badare, si incrociano e divengono amicizia, condivisione e solidarietà reciproca nel susseguirsi di vicende nelle quali entrambi rimangono imbrigliati dai freddi meccanismi dell’evoluta Inghilterra dei giorni nostri. Per Daniel si tratta di un mancato riconoscimento di invalidità ed inabilità al lavoro, che lo obbliga, al fine di ottenere un sussidio, a dover dimostrare – paradossalmente - il proprio impegno a cercarsi un impiego che la sua precaria salute non gli consentirebbe di svolgere, mentre fatica ad ottenere giustizia con un ricorso e trova, con Kate, unico aiuto in un banco alimentare. “Non devi mai smettere di avere stima in te stesso, o è la fine!”. Questo grido di dignità lo porta a scrivere il proprio nome su un muro cittadino, a dimostrazione del suo “esistere”, nonostante la scarsa considerazione di una struttura statale fredda e cinica. Il dramma si consuma quando Daniel, a un passo dal vincere il ricorso, muore a causa del suo fragile cuore.
Uno dei tanti drammi umani che si consumano nell’indifferenza delle istituzioni e fanno riflettere anche sulla necessità di reciproco aiuto e convergenza nella rivendicazione di diritti troppo spesso negati, ha dato l’occasione per “riflettere insieme attraverso una pellicola cinematografica audio descritta, per la fruizione congiunta di vedenti e non vedenti”. Ciò grazie all’U.I.C.I. e a “Guarimba”, l’associazione che - con il suo CinemAmbulante - porta “la gente al cinema e il cinema alla gente”. Nonostante la calura di questi giorni, tanti gli amici presenti presso l’Archivio di Stato di Vibo, tra i quali tre componenti del nuovo consiglio comunale di Vibo: Danilo Tutti, Stefano Luciano e Alfredo Lo Bianco, praticamente il 9,7% dei 32 invitati… Le testimonianze di Giulio Vita, presidente di Guarimba, del presidente U.I.C.I. Rocco Deluca, del sindacalista Raffaele Blandino e della direttrice dell’Archivio di Stato Marilena Di Renzo, hanno aperto e chiuso un’iniziativa davvero speciale, che è servita a ribadire la forte esigenza di inclusione e di attenzione alla persona, perché “E’ l’uomo padrone del sabato e non il sabato padrone dell’uomo”GIULIO VITA INTRODUCE IL FILM